Formazione

Gli effetti della formazione professionale sui processi di sviluppo risultano difficili da misurare per la loro oggettiva immaterialità e dunque per le imprese è uno strumento strategico difficile da assumere in termini di crescita, questo nonostante tutte le ricerche sull'argomento dimostrino che le imprese che investono in formazione professionale raggiungono risultati migliori di quelle che non lo fanno.

Oggi si parla sempre con più insistenza di società della conoscenza e dell'informazione e ciò per mettere innanzitutto in rilievo il peso che le risorse umane hanno assunto non solo nelle imprese "creative" per eccellenza, ma in tutte le strutture produttive.

La competitività si gioca sul crinale della capacità di produrre innovazione e gestire il cambiamento: le imprese devono pensare a piani di formazione professionale da costruire sulla base delle proprie specificità, della collocazione di mercato e in riferimento alle scelte strategiche.

Formazione e Sicurezza sui luoghi di lavoro

A parte i vantaggi in termini di competitività che discendono da una formazione accurata dei propri dipendenti, la necessità della formazione è stata ribadita a chiare lettere sul fronte della sicurezza sui luoghi di lavoro dal DLgs 81/2008.

In più parti il T.U.S. ribadisce la necessarietà di una formazione adeguata del datore di lavoro, del rappresentante dei lavoratori, dei lavoratori stessi, soprattutto in vista dei rischi che sono ricorrenti, con minore o maggiore incidenza, nell’ambito di ogni attività lavorativa.

Da qui l’esigenza di prevedere una valutazione dei rischi, redatta ad opera del datore di lavoro, che tenga conto anche delle esigenze formative degli addetti alle varie mansioni: addetti che necessariamente devono essere in grado di saper operare per ridurre al massimo i danni in caso di incendio, in caso di primo soccorso e, allo stesso modo, devono essere a conoscenza dei rischi da stress, dei pericoli derivanti dalla movimentazione meccanica e non dei carichi, dall’utilizzo di agenti chimici  e i rischi per gli operatori videoterminalisti.  Tutti rischi che se non correttamente valutati possono avere conseguenze più o meno gravi per i lavoratori, ma anche sanzioni per i datori di lavoro.

Proprio per venire incontro a questa realtà S.I.L. Gest srl organizza i seguenti corsi in collaborazione con ASL e CPT di Lecce:

  • COORDINATORI DELLA SICUREZZA in fase di progettazione ed esecuzione cantieri temporanei e mobili
  • Aggiornamento COORDINATORI DELLA SICUREZZA in fase di progettazione ed esecuzione cantieri temporanei e mobili
  • RESPONSABILE TECNICO GESTIONE RIFIUTI
  • RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP)
  • ADDETTI ALLE EMERGENZE ANTINCENDIO (rischio medio – basso)
  • ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO
  • RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS)
  • CORSO PIMUS Addetti montaggio e smontaggio ponteggi
  • La Gestione dei Rifiuti in Azienda
  • VALUTAZIONE RISCHI, PREVENZIONE E CORREZIONE DEL RISCHIO DA STRESS
  • Il metodo HACCP per il controllo dell’igiene degli alimenti
  • FORMAZIONE E INFORMAZIONE DEI LAVORATORI
  • PRIVACY E SICUREZZA DATI (D.Lgs 196/2003)
  • VALUTATORI INTERNI SISTEMI DI GESTIONE QUALITà (9001:2008)
  • VALUTATORI INTERNI SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE (14001:2004)

 Di prossima attivazione:

  • Movimentazione meccanica dei carichi: utilizzo dei carrelli elevatori 
  • L'operatore videoterminalista
  • Agenti chimici: nuovi obblighi di valutazione
  • Il mobbing: analisi del problema